Informazioni personali

La mia foto

parlare di me è una parola,IO,che uso per iniziare tutte le mie frasi,ch'è un modo per ribadire un atteggiamento costantemente distante,un relativismo etico e morale,ma anche fisico, io non sono simpatico,ma gli antipatici non sono come me.

Lettori fissi

giovedì 28 marzo 2013

mi occorre un po' di spazio per rispondere,e allora ecco qua

mi occorre un po' di spazio per rispondere,e allora ecco qua




Se le regole sono fatte apposta per farti perdere giocare non ha senso, soprattutto ripetere di essere sbagliati NOI.
Se io dico che chi non è alto tra il metro e ottanta e il metro e ottantacinque si deve adeguare sto ponendo delle regole di base durissime poi da mettere in discussione, una volta accettate da tutti i giocatori.
Bastava il minimo di lungimiranza PRIMA per capire che non si doveva nemmeno accettare.


orbene,le regole sono regole,se le accetti giochi tenendone conto,altrimenti non le accetti.
Il punto è che abbiamo aderito a queste regole nella convinzione di poter continuare ad usare le regole del club del calcio ma giocando al club del golf,capisci bene che un pallone da calcio per andare in buca non è il massimo

Viene minato il fondamento stesso dello stato in questo modo, quello dell'interesse comune. E' una di quelle questioni filosofiche umanistiche su cui non si scommetterebbe un soldo, e che invece sono il succo della vicenda, il Senso della crisi, io credo.



hai centrato il punto,capisci bene che se è questo il problema i particolarismi sulle responsabilità sono poco sensati,ma sopratutto ci allontanano da qualunque soluzione

Ma non credo che avranno forza sufficiente per allungare i "tentacoli" sul resto d'europa.

Non è una questione di forza,semplicemente verranno rifiutati,in economia è tutta una questione di flussi,che come vanno in una direzione devono avere un corrispettivo in quella opposta, al momento la maggior parte dei flussi di  valore volgono verso la Germania ,la maggior parte dei beni vengono venduti dalla Germania le bilance commerciali dei paesi limitrofi soffrono....la logica depone a favore di un'allenza ,prima o poi i vari interessi si andranno a saldare,e la Germania al centro dovrà prenderne atto,qual'è,scusa,il porto della Germania?mi sfugge...

Ecco, una cosa la ribadisco, non credo che bagnai cerchi di fare la morale, a parte una morale utilissima in italia.

BISOGNA PENSARE ALL'INTERESSE NAZIONALE.


Ecco,la stessa morale che propugnavo io negli anni '90,e mi son beccato del fascista,comunque proprio questa morale mal si concilia con tutta una serie di pregiudiziali e particolarismi di cui il ns si ammanta,ciò che conta è cosa e non chi,però sulla cosa non insisto perchè mi hanno fatto ben intendere che se cadi nel pozzo e la scala per uscire te la tende un impresentabile è meglio restare nel pozzo...bah!

Da la colpa a chi vede i tedeschi come gli indios vedevano gli spagnoli a cavallo.
Dei semidei davanti ai quali bisogna inchinarsi. 
Negare un problema di questo tipo significherebbe essere in malafede, o essere parte del problema, credo.

Ritenere che sia meglio trovare una soluzione che comprenda,in accordo, ai tedeschi sia per forza inchinarsi è malafede.
ho detto che noi dobbiamo fare una serie di riforme che consolidino il ns stato,farle con la tempistica che a noi serve,blindarle perchè il piano non possa essere messo in dubbio e andare a vedere il bluff dei tedeschi.
nel caso non mi sembra di aver detto di elemosinare il loro consenso ma di fare i ns giochi e forzar loro la mano,che tra l'altro non è che sia messa così bene,il vantaggio della germania,in fondo,è esclusivamente di pagare un cazzo per i loro debiti,giocando bene glielo si può mettere nel.....un giorno si e l'altro pure,ma questo solo a patto che si proceda nel mettere mano al ns stato perche dobbiamo mettere a posto le cose e non perche ce lo dice la troika.

Ah e sempre riguardo al "giocare" credo sia proprio un paradosso dellaa teoria dei giochi.

Se tutti gli stati del Sud sono dentro e l'Italia fuori, l'Italia rischia (non è detto che gli vada male ma rischia di rimanere in merda, sebbene la vedo dura con tutto il Mediterraneo sotto casa), ma se tutti gli stati del sud sono fuori nessuno rischia nulla.
Credo che si andata così anche per l'adesione. La Francia dentro e le sole (grosse) Italia e Spagna fuori avrebbe comportato un certo rischio, col mediterraneo ancora ai livelli degli anni 90.
MA credo che se ci fosse stata più competenza, avremmo potuto esercitare un enorme potere contrattuale su Maastricht, come disse anche Craxi prima di morire.


concordo,ma con i se ed i ma si fa sera,sarebbe il caso di valorizzare il potere contrattuale di adesso.
quando "facemmo" l'Europa affidammo l'incarico a gente che mirava al proprio profitto e quello scambiò con il ns potere contrattuale.
D'altronde fu votata,e chi sono io per dire agli Italiani avete votato dei cazzoni,molti li votano ancora,certo non hanno il difetto di essere impresentabili,vabbè...

http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/03/flassbeck-saranno-i-sud-europei-ad.html
Mi ha fatto riflettere, l'ho trovaato interessante e stimolante a prescindere che l'argomento interessi.
Sul serio non è propaganda, tra l'altro il tizio è più pessimista di me, spero non a ragion veduta.


è una delle possibilità del gioco,come a dire ,ancora, che le regole non sono mai su misura,se tu insisti a giocare a golf e gli altri a pallone,sei in vantaggio solo finche giocate su di un campo da golf,ma se sul campo da golf ti trovi da solo,e tutti gli altri sono allo stadio a giocare a pallone......

e infine:

gli affetti sono importanti,coltivali...ricordandoti chi sei,non esiste affetto se non preservi te stesso.