Informazioni personali

La mia foto

parlare di me è una parola,IO,che uso per iniziare tutte le mie frasi,ch'è un modo per ribadire un atteggiamento costantemente distante,un relativismo etico e morale,ma anche fisico, io non sono simpatico,ma gli antipatici non sono come me.

Lettori fissi

lunedì 11 dicembre 2017

Erro

Non hai nessuna colpa.
Non può essere una colpa essere se stessi,non c'è nulla di sbagliato nell'essere una bella persona.
Chi ti incolpa ti desidera ma non ti ama.
Certo è più semplice incolpare te,far leva sui sensi di colpa,trasformati in carnefice  ma non sei responsabile dei sentimenti altrui.
Le persone non sono cose,nessuno può vantare diritti su di te,non farti ingannare dall'idea che i desideri degli altri siano in qualche modo un dovere solo perché lo si chiama amore,non farti soffocare,nessuno a diritti su te,nessuno!
Forse se non avessi passato cosi tanto tempo in una amorfa accettazione anch'io avrei trovato comodo incolpare te,ma come potrei ora accusarti?
La mia striscia nella struttura dell'universo aveva perso la luce,segnava un grigio pallido senza sfumature,ora e un rutilante movimento di colori,tutti i miei sentimenti sfavillano vivaci, sento!
Certo!
Sento anche il dolore,ma è giusto sia così, sentire, è questo la vita,e tutto grazie a te,di cosa saresti colpevole?
Chi non capisce è colpevole.
Chi vede solo il proprio bisogno,la soddisfazione del desiderio,il proprio delirio di possesso.
Chi alle proprie frustrazioni contrappone squallide ripicche,accuse ridicole,rancore,quelli sono colpevoli.
Ed ora cammino a tratti ridendo a tratti piangendo, ma tanto piove e non si vede, e ti penso e spero che tu davvero proceda oltre,che possa imparare che tu sei tu e non devi giustificare te stessa,sei splendida così come sei,sei la luce gratis delle stelle,passano,non le puoi catturare.

giovedì 2 novembre 2017

@

Cosi vuoi sapere cosa penso quando ti guardo...
Non so!
In effetti non penso nulla
Sento.
Sento,emozioni.
Sento,il muoversi delle tue mani,lo scivolare dei tuoi capelli,il profumo della tua pelle,la tua concentrazione quando leggi,o quando lavori.
Sento che dietro le smorfie che inconsciamente fai con le labbra c'è tutto un mondo di pensieri,fatti,storie da cui sono escluso,sento che non so nulla, e vorrei sapere tutto.
Vedo i tuoi occhi color del mare e vorrei tuffarmi.
Penso che ti desidero....
Penso che i miei pensieri non sono casti e che platonico non è un amore.
Penso che l'universo,sia finito ma infinito al suo interno,che ora e sempre sono la stessa cosa in diversi momenti e che l'anima siano i tanti se di diversi momenti ed io vorrei far parte dei se successivi a quando ci siamo conosciuti...tutti!Ed entrare a pieno titolo ad esser parte della tua anima.

Penso che sono combattuto, perché amarti dovrebbe essere gratis ed invece si insinuano pensieri pruriginosi.
Penso che sono io che voglio sapere cosa pensi, e che tu dovresti ignorare ciò che penso.
Penso che dovrei alzarmi e lasciarti in pace in modo che i miei sentimenti non si trasformino in una sorta di ricatto,che tutto voglio tranne che applicare una coercizione morale.
Penso che non esiste il modo di esserci senza esserci e che quindi non esserci sarà obtorto collo l'unica soluzione e che io sto procrastinando per vigliaccheria.
Penso che tu sia una stella e vorrei essere un buco nero per catturare tutti i raggi della tua luce.
Penso che avrai difficoltà a capire cosa ho scritto,ma che se fossi bravo a spiegarmi avrei risposto subito.
Penso che comunque saremo tutti insieme quando il tempo esaurirà la sua espansione e la quiete placherà l'universo.
Penso che ti amo perche sei tu,ed in fondo mi sembra logico e razionale.
Penso che penso troppo,ma non posso pensare di non pensarci che sarebbe comunque un girarci attorno con la mente.
Penso un sacco di cose...e adesso lo sai.
Cosa non si era capito di "sono innamorato di te"?

sabato 21 ottobre 2017

Davvero rivoluzionario

Si lo so!
Questo referendum è solo consultivo, qualunque risultato sarà di nessun valore effettivo.

Si lo so!
La lega ha voluto questo referendum per polarizzare l'elettorato in vista delle elezioni

Si lo so!
Hai politici non interessa davvero il nostro parere e faranno quello che interessa loro ignorandoci

E pero...

Per quanto consultivo è comunque un opinione,e se il consenso cominciasse a seguire le idee e non le ideologie un opinione può diventare devastante

La Lega ha voluto un referendum per motivi elettorali,ma a lei basta che si muovano i suoi elettori,qualunque risultato gli va bene,un'alta affluenza gli toglierebbe il cappello dal risultato restituendolo ai cittadini.

Siamo abituati come Italiani a non votare per esprimere un opinione ma pro o contro qualcuno o qualcosa, se questa volta ci limitassimo a rispondere al quesito posto sarebbe davvero rivoluzionario.

giovedì 12 ottobre 2017

a proposito della pubblicità della Dove e delle sue scuse

Quando nacquero il movimento fascista e quello nazista si innalzarono su di un piedistallo e ammantandosi di un senso di superiorità certificato da simboli solari,positivi,forti diventarono quello che diventarono.....

I movimenti del politicamente corretto si sono messi su di un piedistallo e ammantandosi di simboli solari,positivi,forti...

Perchè credere che certa gente si sarebbe riunita sotto simboli vecchi che ormai sono,oscuri,negativi,deboli,perchè?
Non è arrivato anche per loro il futuro?

mercoledì 30 agosto 2017

atti

E' il gioco delle parti.
Tu ti svegli al mattino e già è cominciato,
tutti compresi nel loro ruolo.
E tu sorpreso scopri che ti rimane solo una parte,
quella!
Non ti resta che recitare,
impegnati!
Come non sai il copione?
Come,non ti piace il ruolo?
Impuntati,inalberati,ergiti!
Nulla è scritto,seppur condizionato,
non ci sono autori,solo prime donne,
devi prender la battuta,ma ha chi la lasci è cosa tua,
Puoi elevare la tua voce. puoi muovere il tuo personaggio,
certo!
Hai tutto il fronte del palco,dominalo!
Hai le quinte da dove imporre la tua assenza.
Ma se non hai la forza dei numeri non avrà importanza,
sarai dimenticato al  cambio di scena.


mercoledì 9 agosto 2017

I giusto nome

E così il signor Cancellato ci spiega che dobbiamo si vergognarci del paragone tra gli Italiani di Marcinelle ed i migranti africani,ma perche quella di oggi è una tragedia bene peggiore.
E fin qui potrei essere d'accordo.
Ci dice che:

 i minatori italiani di Marcinelle non scappavano da un bel nulla. In Italia non c’erano guerre civili, né carestie, né crisi economiche. Nel 1956, al contrario, eravamo alla vigilia di quello che oggi definiamo “miracolo economico italiano”

Dimostrando a latere di avere seri problemi nella progressione logica degli avvenimenti temporali, dato che "vigilia", è un'affermazione valida per le ricorrenze ma per i fatti storici nn ha nessun senso. I migranti Italiani non potevano certo sapere che sarebbe arrivato detto miracolo,quindi da cosa non scappavano?E quella di dieci anni prima,non era una guerra?(ricordiamo al signore che "successo nel 56"nn vuol dire che emigrarono nel 56 o che non pagassero le conseguenze di una guerra)
Ci dice pure che:

gli Stati Uniti ci aiutavano a casa nostra

Si vede che è il modo giusto visto che ha funzionato,no?

Ci comunica inoltre che:

Ed è proprio per quel carbone che fu firmato il protocollo Italio-Belga, dieci anni prima, nel 1946. Noi davamo al Belgio 50mila minatori, loro ci davano combustibile per muovere la nostra industria e alimentare le nostre centrali elettriche. Noi dall’Africa ci prendiamo le materie prime e poi chiudiamo le porte ai loro migranti. Trova le differenze.

Quindi i nostri emigranti arrivavano invitati ed in maniera regolare!!
perche non trova qui le differenze?
E poi questa fandonia che noi deprediamo l'Africa delle sue materie prime mi sembra oltremodo stucchevole!
l'Occidente le materie prime le paga,i governi illuminati dell'Africa ritengono di usare detti proventi per spese che loro ritengono prioritarie,sapete che c'è?
Ma saranno un po' fatti loro?(mi sono censurato, ma dai si capisce)
E poi noi i migranti continuiamo ad accoglierli,forse il signor Cancellato se lo dimentica quando ci dice:

Nel Canale di Sicilia, negli ultimi quindici anni, hanno perso la vita 30mila anime.Ripetetevelo nella mente: trentamila. Ci sono più cadaveri che pesci, in quel tratto di mare.

Nel buttarci addosso quelle cifre si ricorda che il maggior numero di migranti che arrivano sull'Italico suolo non arrivano con i barconi? che quel numero si è espanso mano a mano che aumentava la portata di detti viaggi, e che la responsabilità di quei morti va addebita in primis a chiunque abbia agevolato in qualsiasi modo quella rotta migratoria?
Sospetto di lui!
Infatti ci fa sapere che:

Per quanto terribili fossero poi le loro condizioni di lavoro, una situazione un po’ diversa rispetto a quella delle migliaia di schiavi africani che ogni anno raccolgono pomodori e arance tra Puglia e Sicilia. Se pensate siano fenomeni imponderabili, sappiate che solo a raccogliere i pomodori, ogni anno, sono impiegati quasi 20mila braccianti, molti dei quali senza contratto, molti dei quali stranieri, molti dei quali irregolari.

Quindi ammette che sono qui per essere sfruttati!!
Dimenticandosi che quei lavori prima li facevano gli Italiani,sempre in condizioni miserabili di lavoro,ed invece di migliorare queste condizioni li abbiamo licenziati per sfruttare un poco i neri!l
Logico signor Cancellato.
Vede, ho capito,ci servono gli schiavi, quindi i barconi non si combattono,si "accolgono" e se qualche migliaio si capovolge è colpa di quelli che non li volevano!
Vigliacchi Italiani che non vogliono più fare lavori di manovalanza,che schifo!
Dovrò spiegarlo a mio fratello,che nell'edilizia era un manovale da 1700 euro al mese ed ora nn riesce a trovare un'impiego a 1200 euro,cè chi prende meno...è per quello che li accogliamo signor Cancellato?
Per lucrare di più sulla finanziarizzazione,riducendo il costo del lavoro?
Così puoi scegliere se essere un bel bianco disoccupato o uno schiavo nero?
Cavolo,bianco o nero ci nasci...non c'è scelta!
Non che sbavi per queste scelte!
Ad ogni modo la faccenda dei direttori dei Musei ci ha fatto capire che sono scelte che toccano solo gli Italiani dei ceti più bassi,gli altri a quanto pare sono al sicuro dalla concorrenza dell'Immigrato,mah!!
Strano!

Ecco, magari diciamola così. Se vogliamo capire cosa provano quegli esseri umani che cercano di entrare in Europa - attraversando l’Italia - dal Canale di Sicilia, prendiamo la più grande tragedia della nostra stagione migratoria e moltiplichiamola per dieci, cento, mille, un milione. Magari servirà a farci capire a chi stiamo chiudendo le porte. Forse era questo quel che intendeva Jerry Calà quando ci invitava a sciacquarci la bocca. Forse sì.

No,signor Cancellato.
Non c'è paragone, è vero!
Ma perche quella sul Mediterraneo non è un'ondata migratoria,è a tutti gli effetti una tratta degli schiavi,nella quale i suoi padroni sono riusciti nell'intento di nn dover  armare le navi negriere e di non aver  "perdite " di viaggio,non avendo pagato nulla se non una più economica campagna di stampa

Signor Cancellato,io non  sono contento di essere accostato a Salvini,anche perchè non gli credo,ma se questa è la sua difesa dei migranti mi pare che sia la solita solfa ipocrita sulla immigrazione risorsa...che poi è un'altro modo di chiamare lo sfruttamento.

Facciamo cosi signor Cancellato,non facciamo paragoni!
chiamiamo semplicemente le cose con il loro nome

Tratta degli schiavi!

Tratta degli schiavi!

Tratta degli schiavi!