Informazioni personali

La mia foto

parlare di me è una parola,IO,che uso per iniziare tutte le mie frasi,ch'è un modo per ribadire un atteggiamento costantemente distante,un relativismo etico e morale,ma anche fisico, io non sono simpatico,ma gli antipatici non sono come me.

Lettori fissi

venerdì 20 settembre 2013

opinioni

Ecco,sì,leggo ancora un articolo sulla saga giudiziaria di Silvio le Chevalier,articoli su cui concordo in massima parte perche al di là dell'onesta reale del personaggio,è inequivocabile che non ci fosse nessuna azione rivolta nella sua direzione fino alla sua discesa in campo,che successivamente sono state poste in essere manovre giudiziarie che definire "straordinarie" è un eufemismo,orrori giuridici che fanno presagire la scomparsa dello stato di diritto e che ha una persona assennata farebbero preoccupare non tanto perchè indirizzate ad un soggetto che comunque si sa difendere egregiamente,ma perchè sempre più pratica giudiziaria comune,ecco sì appunto li leggo e poi scendo ai commenti dove mi trovo:

"VAI SILVIO IL PIU' GRANDE STATISTA VIVENTE"
ora,onestamente,sorvoliamo sulla linea politica ondivaga e contraddittoria,sorvoliamo sulla morale untuosa e ballerina,ma Cristo questo imbecille non è stato capace neppure di fare una seria battaglia per la giustizia partendo da presupposti più che solidi,si è calato le braghe ripetutamente davanti ai Casini,
Follini,Buttiglione,Fini,Bossi,e ciarpame neomuflonesco annesso a accettato compromessi insulsi per far galleggiare governi che neanche le pratiche balnearie del pentapartito metteva in atto e TU,microcefalo zavorrato me lo definisci "il più grande Statista vivente"........