Informazioni personali

La mia foto

parlare di me è una parola,IO,che uso per iniziare tutte le mie frasi,ch'è un modo per ribadire un atteggiamento costantemente distante,un relativismo etico e morale,ma anche fisico, io non sono simpatico,ma gli antipatici non sono come me.

Lettori fissi

venerdì 20 marzo 2015

Nato nel '71

La mia generazione è succeduta a tutte le grandi rivoluzioni,
all'avvento dei grandi principi,
alle grandi ideologie filosofiche di massa,
di più,
è succeduta perfino all'appropriazione indebita della parola e del pensiero da parte dei nostri diretti predecessori.
La retorica,i pensieri,le massime,le idee,i principi,incasellate e marchiate,sottratte alla libera disponibilità delle persone,proprietà privata di partiti,generazioni,movimenti.
La mia generazione a perso la parola,o la libera disponibilità di essa,
ognuna è stata usata e i "proprietari",coloro che ne detengono i diritti,
ne negano il riutilizzo a chi non si adegui all'accezione da loro stabilita.
Alla mia generazione è stato lasciato solo l'individualismo,sporcato di un materialismo gretto,sporco,impresentabile,
Cosa potevamo fare?
Giusto i Paninari!
Come affermi la rottura? come? se la solidarietà è cosa loro,il diritto,è cosa loro,la giustizia,l'equità,l'uguaglianza,la libertà,tutti già cooptati,tutto già preso....

.....Eppure,un ringhio basso c'è sempre.
Non ha forma,ne identità,si percepisce nel clamore delle parole d'ordinanza,
nel fallimento di chi crede sempre d'aver vinto,
nell'incompiuto percorso di ogni movimento.

E' un ringhio rabbioso ma sarcastico,il ringhio di chi non molla la presa,di chi alle gioiose macchine da guerra ha appioppato il berlusconismo,all'eterna promessa liberale ha contrapposto il renzismo.

Magari affondiamo ma vuoi mettere il piacere di farvi specchiare nella vostra coscienza,progressisti con il freno a mano,liberali del divieto,grandi possessori di idee incapaci di pensiero,
a voi abbiamo opposto la destrutturazione,delle idee,delle ideologie,nichilismo? forse!
O,forse,abbiamo capito  che i progetti,le idee,i principi non possono essere incasellati in un pensiero unico dominante che ne fa una proprietà senza costrutto,le idee non hanno etichetta,i principi non hanno parte.

Se lo sgambetto sarà la nostra unica scelta,lo sgambetto sarà la nostra linea politica,
per liberare le idee,
per ricominciare a progredire,
per lasciare un idea di se che non sia mero presenzialismo,
perchè non si usi il potere dei più buoni
ma si faccia un buon uso del potere.