Lettori fissi

martedì 15 settembre 2020

 Ed è così!

Credo che sia così,o forse non lo è!
Si trovano parole per definire la forma della realtà,
definendo la realtà come oggettiva,
ma cosa è oggettivo?
Oggettivo è lo splendore del sole in una giornata d'estate.
Forse.
Io l'ho vista!
Voi l'avete vista?
Come si definisce lo splendore del sole?
in una giornata d'inverno non splende?
E se l'inverno fosse dentro noi,
la stessa giornata splenderebbe meno?
Oggettivo!
Soggettivo!
Come si distingue?
Essere o non essere,
non è neppure importante stabilire cosa sia più nobile essendo la nobiltà come l'etica, soggettiva,
ed in quanto tale variabile.
Viviamo aggrappandoci ad una sorta di realtà condivisa,
mutualmente accettata,
che richiede però che sia completamente assorbita nel nostro pensiero,
che lo plasmi,ne definisca la forma.
Professoressa!Aveva ragione.
Amorfo,così mi ha definito!
Così è se mi pare,e Pirandello si è dimenticato di me.
Il settimo personaggio in cerca d'autore...o forse fu Mattia!
E' che nell'intero vacuo post assumo che,
che voglia dire qualcosa,definire alcunchè,
quando solo volevo riempire lo spazio,
posare la pietra di gesta eroiche in battaglie di lettere...
Salutare.
Ciao.

Aveva 5 dita...per piede. 10 in tutto,avendo 2 piedi!

Si capiva che non erano mani,il pollice...l'alluce! Non era opponibile,

e di conrverso intuii che non si trattava di una scimmia. 

Non credo che la bellezza alberghi nei piedi,ma quei piedi richiedevano attenzione.

Unghie laccate di nero; 

Infilati in calzature rosse,aperte,con un tacco fine,alto,lucido,

2 cinturini di perline verde smeraldo intorno a caviglie fini,

tese in uno spasmodico sforzo di seduzione...

....vuoi vedere che il deficiente che mi ha investito è una donna?

giovedì 29 agosto 2019

Non è successo niente!

Guardavo il mio blog e pensavo...perchè non scrivo piu niente?

Perche non ho nulla da dire!

Per dire qualcosa devi avere qualcosa da dire,o almeno un'opinione sensata(va bene,un'opinione...sensata non è obbligatorio).

Ma dai! E' caduto il governo,la borsa,la democrazia,il mercato,il tessuto sociale,il popolo!!
Si! appunto!
Niente!!

Non è successo niente.
il piano è inclinato e la biglia continua a rotolare verso il basso,come se non ci fosse un domani.

Quante parole,quanti articoli,quante trasmissioni sul niente.

Non è successo niente...

...per fortuna e purtroppo!

lunedì 3 giugno 2019

Neoclassifiche

È la festa degli italiani?
Beh!Si,dipende.
Gli immigrati e i Rom sono italiani?
Per molti di loro è vero,ma forse i Lombardi lo sono meno!
I Siciliani lo sono?
Il presidente della Camera si è dimenticato di fornirci la classifica...forse oggi se non hai quel quid in più sei fuori classifica...grazie anche a Salvini il regionalismo è defunto,o non sta molto bene.
Comunque di sicuro se non hai un master in politicamente corretto sei di sicuro in seconda fascia...
Me ne farò una ragione,me la sono sempre fatta!
Certo è che ad ogni elezione farsi domande invece di cacare risposte sarebbe utile...così,per dire!

giovedì 20 dicembre 2018

Tempo

Quando ti fermi per forza ed il tempo ti prende,come le forme di sabbia sulla spiaggia da bambino,le stelle,gli omini,bloccati come se il momento fosse eterno,poi il sole compie la sua opera e le forme si sfaldano con l'evaporare dell'acqua,prima le linee esterne che si fanno granulose,poi il tutto si spezza sotto il peso di se stesso,lasciando immagini a metà che paiono pensieri distratti che qualcuno ha dimenticato,niente dura in eterno,meno che mai le illusioni,calpestate dal piede di una corsa goffa senza altro senso che la sensazione di un tuffo nell'acqua salata di un'estate in fondo quasi finita.

mercoledì 17 gennaio 2018

ancora tu

Eran di luce gli occhi che
di dolore facevano sorrisi
eran di panna le labbra che
di svarioni facevano tenerezza e risa
Eran di seta le gambe che
facevan dell'aria un peso e della terra un volo
eran di piuma le mani che
di ogni movimento facevan carezze e calore
come ritrarsi dal fascino della bellezza,
come sottrarsi alla malia dell'amore,
come tornare in me dopo averti visto,
come dimenticare l'onda di amore e desiderio
che mi tracima dagli occhi,
no.non è dolore,
è l'emozione che non si contiene,
quella che non posso tradire,
quella che non posso soffocare.

lunedì 1 gennaio 2018

Anirí

Alla mia età innamorato,
non è un infatuazione istantanea,
è avere osservata a lungo la sua anima,
è quando sei già caduto
nel laghi gemelli dei suoi occhi
e rimani fradicio fino all'osso
della sua essenza,
quando ti sei bruciato
al rossore delle sue gote,
quando le sue labbra ipnotiche
ti hanno abbracciato
in un giogo stretto
di detti non detti,
quando le espressioni del suo viso,
nelle sue ombre,
nei suoi sorrisi sono già
il sole,la luna,le stelle,
quando tutto questo
ti ha già marchiato dentro il cuore
con lo sfregamento di tutti i cocci,
i vetri rotti della sua vita.
Ed ora dovrei andare avanti,
superare,
andare oltre?
Ma oltre dove senza questo marchio?
Dove trovare il tempo
in cui questo marchio non sia ancora?