Informazioni personali

La mia foto

parlare di me è una parola,IO,che uso per iniziare tutte le mie frasi,ch'è un modo per ribadire un atteggiamento costantemente distante,un relativismo etico e morale,ma anche fisico, io non sono simpatico,ma gli antipatici non sono come me.

Lettori fissi

lunedì 4 dicembre 2017

convinzione

Ho scoperto che hai i capelli come il tramonto su Milano,
la pelle della Luna di sabato notte, che sei nelle parole delle canzoni
e che ti vedo in ogni cosa.
com'è possibile che senta così la tua mancanza?
Anelo l'olire della tua presenza,mandorla,ciliegia?amarena?
Non lo so!
tabacco?
Non dovresti fumare,ma che importa?
Il freddo già ne cancella il ricordo.
Bramo lo sguardo tuo d'autunno tinto,
che si riflette nelle foglie e nell'erba
e le parole che pronunci goffa
ripetendole tra te e te.
Non ti conosco dici?
è vero!
non so nulla di te.
in compenso tu stai scoprendo di me tanto...
è divertente,ironico persino.
Sono sicuro di essere lucido e razionale,
forse mai come adesso so bene cosa sento e posso dirlo,
ma forse invece mi illudo e la testa rimbomba di vuoto.
En passant...Ti amo!
Così!
Perche mi piace dirlo e perchè penso sia vero,
ma chi sono io per affermarlo?
però...davvero,non mi sento confuso,so cosa vedo!